fbpx
,

Pranayama

Il Pranayama è la scienza del respiro consapevole. Nel Pranayama si muove la forza vitale attraverso il corpo.Il Pranayama è la scienza del respiro consapevole. Nel Pranayama si muove la forza vitale attraverso il corpo.

Questa scienza millenaria rappresenta un canale tra il lavoro fisico della pratica dello yoga e gli aspetti mentali più sottili della disciplina. Il benessere del corpo ha origine da una mente chiara e rilassata. Il Pranayama è una pratica sottile di consapevolezza e osservazione che non ha niente a che vedere con il controllo.

Nello Yoga il Pranayama e la meditazione rappresentano il naturale completamento delle Asana. Negli Yoga Sutra, che è una collezione di testi che sono stati usati nell’antichità dal saggio Pantajani al loro interno contengono quelle che sono considerate le vere basi dello yoga. Pantajani descriveva il Pranayama come metodo per rimuovere quella nebbia, quel velo che offusca in noi.

Come dev’essere il respiro?

Negli animali chi respira più lentamente come il serpente e l’elefante vive più a lungo. Invece la scimmia e il cane hanno un respiro più veloce e per questo vivono meno. Se osserviamo il respiro di un neonato e il respiro di un adulto soffermiamoci per notare le differenze. Il neonato respira con tutto il corpo invece l’adulto limita questa potenzialità. Il neonato respira a livello tridimensionale e questo sfrutta tutte la potenzialità dei polmoni.

Per me il pranayama è un antinfiammatorio naturale, da quando l’ho inserito in maniera costante nella mia pratica il mio modo di respirare è migliorato, sono molto più concentrata, farmaci, alimentazione scorretta, dispiaceri, cattive notizie, ansia, paura non fanno più parte di me…

Il mio respiro è diventato la mia medicina e passare questo messaggio alle mie allieve per me è fondamentale. Il Pranayama aiuta a risolvere molte sofferenze del corpo e rimuove blocchi mentali che spesso sono la causa di malesseri. In tutte le tecniche ricordo sempre di non forzare mai in alcun modo per questo cerco di portare in modo graduato le persone.

Ogni persona impara in tempi diversi, perchè ogni persona è meravigliosamente unica. Il tuo respiro deve fluire con delicatezza, come un fiume che scorre verso il mare.

Quando rallenti il respiro, anche il tempo rallenta

Dio soffio’ nell’uomo il respiro della vita ed egli divenne un essere vivente.
adesso e’ nostro compito, come individui in evoluzione, proteggere e nutrire quel respiro quale nostro tesoro spirituale.
dobbiamo renderlo profondo, prolungato, espanderlo e diventare consapevole della potenzialità di unirci alla nostra natura più alta. Questo è il vero pranayama, l’antica scienza spirituale. – Articolo pubblicato da “L’altra Medicina Magazine

Che cos'è un Asana?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *